Una famosa veduta del Monte Fuji verrà oscurata ai turisti

Una famosa veduta del Monte Fuji verrà oscurata ai turisti 

La città di Fujikawaguchiko, situata ai piedi del Monte Fuji, ha deciso di prendere misure estreme per contrastare il comportamento problematico di alcuni turisti. La decisione arriva dopo anni di segnalazioni di mancato rispetto delle regole di transito, parcheggi selvaggi, abbandono di rifiuti e comportamenti incivili da parte di alcuni visitatori, in particolare stranieri.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

L’area in questione è diventata particolarmente famosa sui social dato che offre una vista unica del Monte Fuji. Sicuramente vi sarà capitato di vedere delle foto con questo particolare soggetto: il Fujisan che appare maestosamente dietro il tetto di un combini Lawson. Una foto sicuramente potente ed emblematica, dove due dei simboli del Giappone, uno classico e uno moderno, si uniscono. Misticismo e tradizioni contro consumismo e cultura pop. La famosa perenne diatriba che tanto affascina lo straniero e caratterizza il Paese.

Ebbene, per questa foto iconica tantissimi turisti si accalcano in un punto in particolare. E per scattarla spesso ostruiscono il passaggio nel marciapiede con parcheggi selvaggi e bloccano il traffico stazionando in mezzo alla strada. Nonostante esistano da anni dei cartelli installati dalle autorità comunali e venga impiegato cospicuo personale di vigilanza, il problema si sarebbe sempre più aggravato. Alcuni turisti recentemente hanno violato proprietà private, addirittura salendo sul tetto di una vicina clinica dentistica, nel tentativo di scattare la foto perfetta al celebre vulcano nipponico.

Una famosa veduta del Monte Fuji verrà oscurata ai turisti

Se in altri Paesi il turista è sempre mediamente tollerato perché comunque porta ricchezza, in Giappone c’è molta meno flessibilità. Qui le regole sono regole per tutti. Loro in fin dei conti non hanno troppo bisogno di turismo straniero, gli è sempre bastato quello interno. E viste le notizie di crescenti episodi di turismo di massa indisciplinato, ora ne farebbe volentieri a meno. Basti pensare ai limiti e pedaggi che da questa estate saranno applicati a chi vuole salire sul Monte Fuji, alla chiusura dei vicoletti delle Geishe a Kyoto e alle proposte di introdurre delle tasse di ingresso sul Monte Koya e in varie zone turistiche particolarmente affollate da stranieri…

Nel caso specifico della città di Fujikawaguchiko, la scelta della misura preventiva contro il turista fotografo scatenato è stata particolarmente drastica: installare una barriera alta 2,5 m e lunga 20 m. Questa schermatura gigante sarà montata entro la fine di maggio 2024 e servirà a limitare l’accesso all’inflazionato punto panoramico ai turisti che vorrebbero immortalare la scena. Le autorità locali sperano che questa trovata contribuisca a proteggere l’ambiente naturale della zona e a garantire un’esperienza turistica più piacevole per tutti.

Una famosa veduta del Monte Fuji verrà oscurata ai turisti

L’installazione di una barriera visiva ha avuto ovviamente pareri contrastanti. Alcune persone, soprattutto quelle del luogo, sostengono che sia una misura necessaria per proteggere l’area e garantire l’ordine pubblico. Altri invece, soprattutto i turisti esteri, la considerano una cosa assurda, un ostacolo alla libertà e un segno di mancanza di ospitalità. Indipendentemente dalle opinioni individuali, è chiaro da tempo che il comportamento di alcuni stranieri sta creando non pochi problemi ai giapponesi in generale.

Loro sono abituati che se c’è un cartello o un avviso di restrizioni, lo rispettano senza sgarrare. Ma questa cosa non funziona con i non giapponesi, non così ligi alle regole e rispettosi come gli autoctoni. Il Giappone sta scoprendo di non avere gli anticorpi per gestire il turismo di massa, questo è ormai chiaro. A lungo andare tutto ciò inevitabilmente produrrà sempre più limiti, tasse di ingresso e restrizioni per chi vorrà visitare il Giappone. Prepariamoci.

Post consigliato > Il Monte Koya vuole introdurre una tassa di soggiorno per far fronte all’aumento dei turisti


Una famosa veduta del Monte Fuji verrà oscurata ai turisti