Uomo giapponese arrestato per essersi intrufolato in una casa e lavato della lingerie

Uomo giapponese arrestato per essersi intrufolato in una casa e lavato della lingerie

La mattina del 30 ottobre scorso una donna di 28 anni che vive nella città di Hamamatsu, prefettura di Shizuoka, è uscita di casa. Come capita spesso in Giappone, ha lasciato la porta aperta perché qui i furti in appartamento sono molto rari. Sfortunatamente però, stavolta qualcuno è entrato, anche se non per svaligiare oggetti di valore, contanti o gioielli come tutti state pensando. Questo uomo giapponese è stato arrestato per essersi intrufolato in una casa e lavato della lingerie

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

Avete presente Happosai, iconico personaggio di Ranma 1/2, celebre manga di Rumiko Takahashi? E’ un vecchietto bassino e pelato fissato con la biancheria intima, oltre che il maestro di arti marziali del protagonista della storia. Spesso appare con un sacco sulla schiena strapieno di reggiseni e mutande che ruba in giro o dalle sorelle co-protagoniste del manga. A detta sua li colleziona, una cosa probabilmente considerata divertente in Giappone, anche se decisamente inspiegabile per il resto del mondo.

Ebbene, la pratica del sottrarre le mutandine delle donne, non è solo frutto della fervida immaginazione della principessa dei manga. Nella realtà esistono davvero dei giapponesi squinternati che si introducono nelle terrazze, o in casa preferibilmente di donne sole, per rubare la loro lingerie stesa ad asciugare. In una notizia passata, avevo parlato anche di un uomo che rubava impermeabili da donna perché li trovava più erotici delle mutande. Guardate anche il video dalla pagina facebook sempredirebanzai qui sotto, un esempio reale dell’aberrante fenomeno:

Tuttavia, stavolta non si tratta di un classico ladro e collezionista pervertito di biancheria come tanti. Infatti non si è portato via la refurtiva, la proprietaria non si era nemmeno accorta del furto. Tornando la sera a casa però, ha notato qualcosa di strano: in sua assenza qualcuno aveva lavato e steso i suoi vestiti, concentrandosi in particolare su quelli intimi.

Apparentemente le hanno fatto un favore lavando la sua roba… se non fosse una cosa estremamente inquietante dato che nessuno che conosce potrebbe mai averlo fatto. Si è trattato per forza di uno sconosciuto che è entrato in casa sua. Ma perché fare una cosa simile? La donna ha subito pensato che l’autore potrebbe aver fatto delle cose inappropriate sopra quella lingerie e poi l’ha lavata per rimorso, per feticismo, o mania del pulito. Fatto sta che il giorno dopo ha denunciato l’accaduto alla polizia.

Uomo giapponese arrestato per essersi intrufolato in una casa e lavato della lingerie

Non è passato molto tempo prima che il colpevole venisse smascherato. La sera stessa infatti, anche un altro residente dello stesso condominio della donna, si è presentato dalla polizia. Assieme a lui un terzo residente del palazzo, un uomo di 50 anni, che ha ammesso davanti agli agenti: “Non c’è nessun errore nel fatto che sono entrato nell’appartamento di quella signora senza permesso” Ha poi anche candidamente specificato che le ha fatto il bucato con la biancheria e altri indumenti che ha trovato. Il bizzarro crimine ha lasciato sconcertati i commentatori giapponesi della notizia sui vari social:

“È come una di quelle favole in cui gli gnomi fanno cose in casa tua quando non sei presente.”
“Questo tipo di crimine è su un piano oltre a ciò che il mio cervello può capire.”
“Se le circostanze fossero state diverse, sarebbe stato un gentiluomo. Ma così è un pervertito.”
“Quindi è un maniaco della biancheria intima e anche delle pulizie?”
“Lavare la biancheria intima invece di rubarla? Questa sì che è una perversione di un altro livello.”

L’uomo è stato ovviamente arrestato per violazione di domicilio. Ma il lasciare volutamente la porta aperta non è chiaro se possa essere un’attenuante a questa accusa, dato che non c’è stata effrazione. Come non è chiaro se l’attività di ‘lavanderia non autorizzata possa rientrare in un qualche reato esistente in Giappone, ma ne dubito.

Per ora sappiamo solo che il proprietario dell’appartamento ha un buon motivo per sfrattare l’uomo dal condominio. Comunque la polizia sta ancora indagando sull’incidente, cercando di determinare il movente dell’uomo. E ovviamente la sua sanità mentale. Ma è abbastanza certa che, vista la bizzarria delle sue azioni, sarà dura trovarne uno che abbia un senso.

Post consigliato > Uomo giapponese arrestato per aver rubato 360 impermeabili da donna: ‘eccitanti come lingerie’


Uomo giapponese arrestato per essersi intrufolato in una casa e lavato della lingerie