Uomo giapponese arrestato per aver rubato 360 impermeabili da donna

Uomo giapponese arrestato per aver rubato 360 impermeabili da donna 

Leggendo “uomo giapponese arrestato per aver rubato” e “donna” nella stessa frase viene subito in mente il tipico vecchietto pervertito ladro di mutande che appare negli anime. Happosai, maestro di Ranma 1/2 per primo. E probabilmente si tratta dello stesso tipo di soggetto. Magari però ad una certa si è stufato di mutandine e reggiseni e si è buttato su un capo di abbigliamento decisamente più estremo.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

La polizia giapponese ha arrestato un uomo con l’accusa di aver rubato non degli indumenti intimi, classici in Giappone, ma qualcosa che indubbiamente rivela una qualche perversione di livello avanzato. Degli impermeabili da donna… Gli agenti del distretto di Abeno, una prefettura di Osaka, hanno fermato un uomo chiamato Yoshio Yoda, fattorino di 51 anni, per una grossa serie di furti. Yoda si è specializzato nel rubare un particolare tipo di impermeabili che in giapponese si chiamano ‘kappa‘. In pratica sono dei poncho di plastica o di vinile molto diffusi in Giappone, che proteggono più di un semplice ombrello.

Gli investigatori riferiscono che Raincoat Man (l’uomo-impermeabile), ha cominciato a seguire donne che vedeva passare in bicicletta quando pioveva. Oppure cercava delle bici con colori e telai femminili, o con dei seggiolini per bambini, parcheggiate per strada. Quindi controllava se le proprietarie avessero lasciato un impermeabile nel cestino. Una volta trovati, da vero pervertito, prima ha iniziato solo a strofinarli ed annusarli. Poi dopo un po’ ha deciso che non gli bastava più ed è passato oltre, rubandoli direttamente. Questa la sua candida confessione alla polizia:

“Mi eccito nel vedere le donne in impermeabile, quanto nel vederle in lingerie”.

A prima vista questa cosa potrebbe sembrare collegata ad uno strano detto giapponese, secondo il quale il “colore dell’ombrello di una donna corrisponde al colore della sua biancheria intima”. Ma il signor Yoda ha spiegato che questo non c’entra con la motivazione che lo ha spinto a rubare dei poncho. E’ l’aderenza del kappa bagnato su di un corpo femminile che suscita il suo interesse morboso…

La polizia nipponica era sulle tracce del fantomatico Raincoat Man già da tempo. Infatti c’erano state molte denunce di strani furti di kappe impermeabili nella zona. Va specificato che i giapponesi raramente rubano qualcosa e quando lo fanno non è mai per accaparrarsi oggetti costosi o rari. Di solito sono cose più banali e senza valore come biancheria intima o scarpe usate se sono pervertiti o feticisti, oppure ombrelli e biciclette se ne hanno bisogno all’istante. Poi magari il giorno dopo li restituiscono anche.

Nel caso dell’uomo degli impermeabili, la polizia dopo vari appostamenti, è riuscita a beccarlo in flagrante. La perquisizione nella sua casa ha portato alla luce un incredibile totale di 360 poncho rubati. Yoda ha anche confessato di trafugarli addirittura dal 2009! 23 anni di accumulazione! Altro elemento scioccante del caso, é il danno economico totale dei crimini di Yoda. Considerando che una buona kappa impermeabile in Giappone ha un costo medio di 3.500 ¥ (circa 25 €), l’ammontare del valore della refurtiva recuperata è stato di circa 1 milione di ¥ (7.200 €!).

Post consigliato > Uomo giapponese arrestato per aver rubato 730 pezzi di biancheria intima femminile


Uomo giapponese arrestato per aver rubato 360 impermeabili da donna