L'ultima lettera di Akira Toriyama ai fan prima della morte: 'Temo per la mia salute'

L’ultima lettera di Akira Toriyama ai fan prima della morte

Lo staff di Akira Toriyama ha recentemente diffuso al pubblico le ultime parole del compianto mangaka creatore di > Dr. Slump e > Dragon Ball scomparso lo scorso 1° marzo. In occasione del Tokyo Anime Award Festival 2024, l’artista avrebbe dovuto ricevere un premio alla carriera per il suo immenso contributo all’industria dell’animazione. Quando si è svolto l’evento però Toriyama purtroppo era già morto, ma aveva preparato un discorso che sarebbe stato letto al pubblico.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

Nel messaggio, Toriyama ha ripercorso la sua esperienza di mangaka nel mondo dell’animazione, ovvero da non addetto ai lavori, dagli esordi fino al successo planetario di > Dragon Ball . Ha inoltre menzionato la nuova serie > Dragon Ball Daima di Toei Animation, che celebra i quarant’anni dall’uscita del manga originale. E alla quale ha partecipato attivamente alla lavorazione, seppure all’inizio voleva limitarsi a dare solo semplici consigli.

L'ultima lettera di Akira Toriyama ai fan prima della morte: 'Temo per la mia salute'

La parte più toccante del messaggio è stata senza dubbio la confessione di Toriyama riguardo ai suoi problemi di salute. L’autore ha ammesso di non sentirsi troppo fiducioso riguardo la sua possibilità di continuare a disegnare, lasciando trasparire un velo di tristezza e preoccupazione per il futuro. Una premonizione fondata, visto che uno dei membri del suo staff ha rivelato che lo scorso febbraio il mangaka si era sottoposto a un intervento per un presunto tumore al cervello. Che poi sfortunatamente si è aggravato. Solo qualche settimana dopo, il 1 marzo, purtroppo lo ha portato alla morte per un ematoma subdurale acuto all’età di soli 68 anni.

Ecco il testo completo del messaggio di Akira Toriyama:

“Se devo essere onesto, non sono mai stato particolarmente interessato agli anime. Anche quando i miei lavori sono stati trasposti in animazione, lo ammetto con imbarazzo, non ne ho mai guardati molti. Chiedo scusa allo staff. Circa 10 anni fa, così dal nulla, mi è stato chiesto di fare una revisione della sceneggiatura per un film animato di Dragon Ball, inoltre ho disegnato alcuni semplici design per i personaggi e gli sfondi. Ho pensato: “Lascerò la parte difficile al resto dello staff”. Per questo, mi imbarazza davvero ricevere il Lifetime Achievement Award del Tokyo Anime Awards Festival. Grazie davvero.

Uno dei ricordi più indelebili della mia esperienza con l’animazione è quando ho incontrato l’animatore ormai scomparso Toyo Ashida per un progetto chiamato Kosuke-sama Rikimaru-sama prodotto per Shonen Jump Original. Questo anime non aveva un manga alla base, perciò fu organizzata una riunione in proposito. Ashida era una persona molto piacevole e abbiamo legato in fretta. Ogni volta che vedevo i suoi disegni, mi emozionava il suo tratto accurato e leggero. Pensavo: “Ok, è il tipo di approccio che mi serve per velocizzare il processo di disegno e far sì che Dragon Ball risulti ancora più fluido”. Il tempo dedicato al disegno si è così ridotto ai 2/3 di ciò che era prima. Ci siamo influenzati a vicenda in molti modi, ed è stato per me un periodo molto soddisfacente. Prego per il riposo della sua anima.

Per Dragon Ball Daima, che uscirà nell’autunno 2024, inizialmente non era stata prevista la mia presenza, ma dopo aver dato qualche consiglio qua e là ho finito per essere coinvolto senza neanche rendermene conto. Non ho partecipato soltanto alla storia, ma anche alla costruzione del mondo, al character design, al design dei mecha e altri aspetti. Spero che la serie vi piaccia: secondo me è non soltanto intensa e piena di azione, ma anche con molta sostanza.

Infine, vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto finora. Non sono sicuro di quanto ancora riuscirò a fare. In effetti, non ho una grande fiducia nella mia salute a causa del tipo di vita che conducevo quando ero più giovane. Tuttavia, farò del mio meglio per continuare a creare opere interessanti, perciò per favore continuate a sostenermi!”

L'ultima lettera di Akira Toriyama ai fan prima della morte: 'Temo per la mia salute'

Nel frattempo, in attesa dell’uscita di > Dragon Ball Daima questo autunno 2024, sono appena usciti i primi 7 episodi di > Sand Land su Disney+. I successivi usciranno settimanalmente ogni mercoledì. Si tratta di una serie animata tratta dal manga omonimo di Akira Toriyama in volume unico uscito nel 2000. Nell’estate del 2023 è già uscito in Giappone un film cinematografico di Sand Land e la serie è praticamente composta da questo suddiviso in 7 episodi con l’aggiunta di altri 6 inediti per un totale di 13.

TRAMA: In un lontano futuro, la guerra ha distrutto l’intera Terra, lasciando solo un’arida landa desolata dove l’approvvigionamento idrico è controllato unicamente dall’avido re. Alla ricerca di un lago perduto da tempo, lo sceriffo Rao chiede aiuto al re dei demoni, il quale gli manda suo figlio Beelzebub, e il suo assistente, Thief. Insieme, l’improbabile trio parte attraverso il deserto, affrontando draghi, banditi e il nemico più letale di tutti… lo stesso esercito del re!

Post consigliato > Ci lascia Akira Toriyama, papà di Dragon Ball e Arale: storia, opere e cause della morte


L’ultima lettera di Akira Toriyama ai fan prima della morte