Finalmente gli Onsen di Tokyo faranno entrare ospiti tatuati

Finalmente gli Onsen di Tokyo faranno entrare ospiti tatuati

E’ risaputo che il Giappone ha dei problemi con i tatuaggi. Un retaggio che viene dal timore verso il mondo della malavita, la famosa mafia Yakuza, con i suoi gangster notoriamente molto tatuati. Per loro gli Onsen, le famose terme giapponesi, nel tempo sono diventati offlimits per evitare tafferugli in un luogo adibito totalmente alla pace e al relax.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati! 😉 Le migliori foto della prima nevicata del 2022 a Tokyo

Questa abitudine di vietare i bagni termali e i bagni pubblici Sento alle persone tatuate è rimasta incredibilmente anche al giorno d’oggi. I giapponesi non fanno distinzioni tra il tatuaggio di un turista straniero e quello di uno Yakuza. Questa cosa non ha senso ma perdura nella cultura giapponese dei bagni in società. Le persone evidentemente vogliono sentirsi a proprio agio mentre fanno il bagno nude e vulnerabili e non vogliono avere la sensazione di essere circondate da membri di una gang di delinquenti.

Alcuni stabilimenti termali negli ultimi anni del boom turistico del Giappone (pre-pandemia), hanno però cominciato a concedere l’entrata a persone con piccoli tatuaggi. Soprattutto a turisti stranieri che non possono evidentemente essere dei membri della Yakuza. Spesso consigliando all’entrata di usare, in caso di tatuaggi mediograndi, degli appositi cerotti color carne per nasconderli.

Un utente twitter ha pubblicato qualche tempo fa un post dove viene mostrato un curioso cartello apparso in una Onsen di Tokyo Shinjuku chiamata Thermae Yu. Si stanno quindi facendo dei passi avanti sulla tolleranza ai tatuaggi in Giappone… anche se in modo strano. Sotto il post di twitter trovate anche la traduzione in italiano del suddetto cartello.

L’Agenzia del turismo giapponese sta allentando le sue politiche sul tatuaggio e Thermae Yu sta avviando un test sperimentale per consentire l’ingresso a ospiti femminili con tatuaggi alla moda.

Nota: chiediamo che i tatuaggi più grandi di 30cm x 30cm siano coperti da una apposita benda/cerotto.

Gli uomini stranieri in Giappone per turismo, presentando il ​​passaporto e acquistando una benda per coprire i tatuaggi, potranno usare l’Onsen. A seconda delle dimensioni del tatuaggio potrebbero esserci delle restrizioni, vi chiediamo comprensione. È possibile acquistare le bende presso la reception di questa struttura.

Benda taglia S: 80mm x 100mm 
Benda taglia L: 100mm x 145mm
entrambe a 310 ¥ al pezzo (2,35 €)

Nota: rifiuteremo l’entrata a chiunque abbia body-art o tatuaggi diversi dai tipi sopra descritti.

Quindi, in base al cartello, tutte le donne giapponesi e non giapponesi possono entrare a Thermae Yu se hanno dei “tatuaggi alla moda”. Dovranno coprirli con una benda/cerotto color carne solo se più grandi di 30x30cm. Gli uomini tatuati invece solo se non sono giapponesi sono ammessi. Devono presentare un passaporto estero e coprire i tatuaggi con le due tipologie di bende elencate. Mentre gli uomini giapponesi con qualsiasi tipo di tatuaggi e senza passaporto straniero, non hanno alcun tipo di opzione per entrare.

A parte l’evidente sessismo, donne sì senza problemi, uomini solo con passaporto estero e cerotti, cosa si intende esattamente per “tatuaggio alla moda?” È solo una questione di dimensione o conta anche il tipo di disegno? Uno come quello nella foto sotto con un fantastico Castello Errante di Howl, se fosse di 30×30 cm sarebbe considerato alla moda? Come si fa a stabilirlo?

Finalmente gli Onsen di Tokyo faranno entrare ospiti tatuati

Inoltre il cartello fa sembrare che questo cambiamento sia stato felicemente deciso dallo stabilimento Thermae Yu, quando non è affatto così. In realtà è l’Agenzia del Turismo del Giappone che praticamente impone da adesso in poi di cambiare la politica dei tatuaggi negli Onsen e bagni pubblici. E il motivo è ovviamente quello di non far scappare i turisti stranieri tatuati che fino ad ora si sono visti rimbalzare praticamente da tutti gli stabilimenti. Tutto questo chiaramente in vista della prossima riapertura post-pandemia dell’11 ottobre 2022.

Post consigliato > 5 cose che è bene sapere prima di godersi un Onsen giapponese


Finalmente gli Onsen di Tokyo faranno entrare ospiti tatuati