Tutti gli omaggi all’arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l’Airone 

<— pagina precedente 

Tutti gli omaggi all'arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l'Airone

3. Omaggio al futurismo di Umberto Boccioni

L’inizio del viaggio del protagonista Mahito, avviene a Tokyo. Città che nel 1943 era considerata la culla del futuro del Giappone. Ma che da un momento all’altro si trasforma anche in un inferno di fuoco e di disperazione. Proprio come il quadro di Umberto Boccioni La città che sale, una corsa a perdifiato spedisce gli abitanti di Tokyo verso un futuro segnato dalla distruzione. Non si può domare un incendio in una città fatta di legno come era Tokyo in tempo di guerra, così come non si può domare il rosso cavallo scalpitante nell’opera di Boccioni. Non si può fermare il futuro che avanza, come non si può fermare la guerra che distrugge.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

Tutti gli omaggi all'arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l'Airone

4. Omaggio alla metafisica di Giorgio de Chirico

In questo film la metafisica è presente in due vesti: sia come pensiero filosofico che come immagini ispirate all’arte di Giorgio De Chirico. L’opera Piazza d’Italia con il suo tipico porticato, è ripresa dalla stanza che precede l’incontro tra Mahito e il prozio. Ma anche i 13 blocchi geometrici bianchi/film del finale sono ispirati a de Chirico, dato che tengono in equilibrio il mondo metafisico dello Studio Ghibli creato dal prozio/Miyazaki.

Tutti gli omaggi all'arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l'Airone

5. Omaggio al dipinto ‘Entrata della grotta nel giardino di villa Medici a Roma’ di Diego Velazquez

In questo caso parliamo di un omaggio puramente estetico, dato che Miyazaki ha da sempre un amore viscerale per l’arte e l’architettura occidentale. Soprattutto per quella dal sapore italiano che già abbiamo ammirato nel bellissimo film Porco Rosso. Il quadro in questione però è dell’artista spagnolo Velasquez (1650), conservato al museo del Prado di Madrid. Raffigura l’Italia vista con gli occhi sognanti di uno straniero, come ha fatto anche Miyazaki in molti suoi film.

Tutti gli omaggi all'arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l'Airone

6. Omaggio al simbolismo de ‘L’isola dei morti’ di Arnold Bocklin

Anche qui si tratta di un omaggio estetico all’opera l’Isola dei morti, ma c’è di più. Il pittore svizzero Bocklin infatti è uno dei maggiori esponenti della corrente artistica del simbolismo, molto affine al pensiero di Miyazaki. Opinione di Bocklin era infatti che lo scopo dell’arte fosse quello di rivelare la realtà mediante l’utilizzo di un linguaggio non logico. Mostrare la realtà “altra” che si cela dietro quella immediatamente percepibile, rivelando magiche possibilità offerte dalla sua esplorazione grazie all’utilizzo di simboli per l’appunto. Notate qualche ‘leggera’ somiglianza tra questo pensiero e il film di Miyazaki in questione?

Tutti gli omaggi all'arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l'Airone

7. Omaggio al surrealismo de ‘Il Castello dei Pirenei’ di René Magritte

Due sono i riferimenti surrealisti nel film Il Ragazzo e l’Airone: uno è al Il castello dei Pirenei, quadro di Magritte con una gigantesca pietra fluttuante con un castello sulla sommità che ricorda anche un altro film di Miyazaki, Laputa. La grossa pietra scura che gravita nel finale, ad un certo punto va distrutta, accettando di non svelare fino in fondo il mistero surreale che racchiude. Ovvero quello del talento quasi ‘alieno’ degli artisti come Miyazaki.

L’altro riferimento surrealista è la gigantesca pietra tombale sull’isola col cancello dorato, che sembra quasi Stonehenge! Non è chiaro se rappresenti la tomba del compianto amico Isao Takahata o addirittura quella di Miyazaki stesso. Non tutte le domande, per fortuna, hanno una risposta. Questo è il bello delle vere opere d’arte.

Questi sono solo alcuni degli omaggi al cinema o all’arte presenti in questo incredibile film. Se voi ne avete trovati altri, come sempre scriveteli pure sotto al post su Fb!

Post consigliato > La mia interpretazione de Il Ragazzo e l’Airone: chi erediterà la torre-Studio Ghibli?


Tutti gli omaggi all’arte italiana ed europea nel film Il Ragazzo e l’Airone