Studio Ghibli ha realizzato uno spot per l'apertura dell'ultima area del Ghibli Park

Studio Ghibli ha realizzato uno spot per l’apertura dell’ultima area del Ghibli Park

Con la recente uscita dell’ultimo acclamato film di Hayao Miyazaki, Il Ragazzo e l’Airone, tutti abbiamo pensato di dover aspettare parecchio prima di poter vedere qualcosa di nuovo dallo Studio Ghibli. Visti i tempi biblici con cui lavorano, dato che disegnano e animano quasi tutto a mano. A sorpresa invece, molto prima di quanto tutti ci aspettassimo, ecco che è appena uscito un nuovo piccolo corto a tema > Castello Errante di Howl!

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

In realtà si tratta di uno spot di appena 15 secondi creato apposta per promuovere > l’apertura dell’ultima area del Ghibli Park, non a caso la Valle delle Streghe, prevista per il prossimo 16 marzo. Con l’arrivo di questa zona tematica incentrata sul mondo di streghe e stregoni, Howl, Kiki ed Earwig, il parco sarà finalmente completo di tutte e 5 le sue aree.

A realizzare il corto promozionale ovviamente Hayao Miyazaki in persona, assieme a due tra gli artisti più talentuosi dello Studio. Miyazaki ha pensato allo storyboard, mentre Akihiko Yamashita, character designer dei personaggi e direttore dell’animazione del > Castello Errante di Howl, ha diretto lo spot. Noboru Yoshida invece è stato il direttore artistico, sia del film principale, che dello spot pubblicitario. Secondo il produttore dello studio Toshio Suzuki, il figlio di Hayao Miyazaki Goro, ha chiesto espressamente a suo padre di poter produrre lui il corto. Ecco il video in questione:

.
Si sentono pronunciare dei suoni onomatopeici come “ìiii-hawww!” e “yaaaa-hooo!” direttamente dalla voce del piccolo Castello Errante. Spalanca una bocca infuocata e sorridente mentre parla e sullo sfondo una stella cadente sfreccia nel cielo notturno. La targa dorata sul ‘collo’ del Castello recita ‘Ghibli Park‘ in giapponese con caratteri katakana ジブリパーク.

Studio Ghibli ha realizzato uno spot per l'apertura dell'ultima area del Ghibli Park

In questo spot per l’apertura dell’ultima area di 5 del Ghibli Park, appare proprio un Castello Errante perché sarà una delle sue attrazioni principali. Infatti qui > ne è stato costruito uno a grandezza naturale, non Errante ma stabile, completamente allestito e visitabile al suo interno. Ci saranno anche altre zone ricreate dai film Ghibli a tema stregoneria. Come ambientazioni ed edifici di > Kiki consegne a domicilio ed > Earwig e la strega.

Il video nella parte finale ricorda inoltre, tramite un banner, che il Ghibli Park è un luogo che si può visitare solo su prenotazione. Non esiste una biglietteria fisica, nuovi lotti vengano messi in vendita il 10 di ogni mese nel > sito ufficiale del Ghibli Park. Il video però non menziona il fatto che con l’apertura di tutte le 5 aree del parco, il prezzo dei biglietti è chiaramente aumentato. Dettagli > QUI.

Studio Ghibli ha realizzato uno spot per l'apertura dell'ultima area del Ghibli Park

Il Ghibli Park è stato inaugurato il 1° novembre 2022, due anni in ritardo rispetto al programma di apertura originale del 2020, causa pandemia. Le aree della Foresta di Dondoko, del Grande Magazzino Ghibli, del Villaggio Mononoke e della Collina della Gioventù sono tutte aperte al pubblico da tempo. Mancava solo la Valle delle Streghe che sarà operativa dal prossimo 16 marzo. Il parco Ghibli così arriva ad occupare un totale di circa 7,1 ettari dei 194 preesistenti dell’Aichi Expo Memorial Park, dove si è tenuta l’Esposizione Mondiale del 2005.

Studio Ghibli gestisce anche il Museo Ghibli, situato a Mitaka, nella zona ovest di Tokyo. Il Museo è bellissimo anche se più piccolo del parco, ha mostre interattive e repliche delle iconiche creazioni Ghibli, oltre che un piccolo cinema interno dove vengono proiettati cortometraggi esclusivi ed inediti. Se molto probabilmente avrete difficoltà ad acquistare i biglietti per il Ghibli Park, dato che sono in vendita solo un giorno al mese e negli orari del fuso giapponese, potreste optare per il Museo. E’ anche più facilmente raggiungibile perché è a Tokyo, non a Nagoya. Anche per il Museo comunque bisogna muoversi con larghissimo anticipo, ma almeno i biglietti si possono provare ad acquistare non solo online, ma anche fisicamente nelle macchinette apposite presenti in molti combini Lawson in Giappone.

Post consigliato > Il volo di Miyazaki verso gli Oscar: i film avversari e i premi già vinti dal Maestro


Studio Ghibli ha realizzato uno spot per l’apertura dell’ultima area del Ghibli Park