In Giappone sempre più giovani stanno abbandonando lo smartphone

In Giappone sempre più giovani stanno abbandonando lo smartphone 

Fino all’avvento degli smartphone touch, in Giappone tutti possedevano un tipo di telefono chiamato flip-phone o a conchiglia. E’ quello con lo sportello da aprire per rispondere e con il quale si può solo chiamare e mandare sms dato che non ha internet e quindi apps. Ebbene, molti giovani della Generazione Z (nati tra i tardi ’90 e il 2010), li stanno recentemente riscoprendo e li adorano per svariati motivi. La tendenza è partita dagli Stati Uniti ma si sta diffondendo ovunque, anche in Giappone. Dove i telefoni ribattezzati dumbphone‘, ovvero ‘telefoni stupidi’ in contrapposizione agli ‘smart’ intelligenti, sono sempre andati forte.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

In Giappone attualmente il 40% dei ragazzi e oltre il 50% delle ragazze usa lo smartphone per almeno 5 ore al giorno. Li hanno tutti continuamente in mano per scrollare ossessivamente i social pur di non perdersi le novità provenienti dal loro feed. Li usano in treno, a scuola, in bagno, sempre. E questa cosa a lungo andare, soprattutto in giovane età, danneggia la salute mentale: irritazione, depressione e ansia diventano compagni di vita. Lo smartphone è praticamente una droga alla quale non riesci a resistere. Che fare per uscirne?

Alcuni ragazzi giapponesi hanno provato a disinstallare le app dei vari social, a chiudere il telefono in scatole con lucchetto, a mettere sfondi repellenti con insetti e immagini horror ma niente. Il solo possedere lo smartphone non ti fa passare la dipendenza perché puoi sempre riscaricare le app, aprire il lucchetto e togliere gli sfondi. La soluzione è molto più drastica: vendere gli smartphone e risfoderare o ricomprare il caro vecchio telefono a conchiglia. Naturalmente è più scomodo dover usare un computer o un tablet per consultare internet quando ne hai bisogno. Ma ci guadagni in più tempo libero e meno stress e ansie. Mica poco.

In Giappone sempre più giovani stanno abbandonando lo smartphone

Oltre la metà dei genitori giapponesi mette in mano dei propri figli uno > smartphone già dalle elementari. Secondo un sondaggio del 2023, si tratta di un aumento di oltre il 10% rispetto ad uno di tre anni prima. Secondo i dati forniti dalla società di telefonia NTT Docomo, il 47% degli utenti di smartphone intervistati in un sondaggio, ha dichiarato di sentirsi a disagio quando non può usare il proprio dispositivo così spesso come al solito. Ma questa compulsione è così comune e normalizzata dalla società, lo fanno tutti, che molte persone non se ne rendono conto. Quindi non pensano di aver bisogno di cambiare nulla nelle loro abitudini digitali.

In Giappone sempre più giovani stanno abbandonando lo smartphone

Ovviamente il problema non sono gli smartphone in quanto tali, non sono loro il ‘nemico’. Anzi, sono spesso molto utili se usati bene nella vita di tutti i giorni. Possono anche aiutare ad essere più produttivi sul lavoro e sono fondamentali in viaggio e in tanti altri frangenti. Ecco perché la soluzione non è quella di abolirli, ma di accettare che esistano alternative valide adatte ad ogni tipo di persona. A causa del rapido ritmo con cui la tecnologia sta avanzando, ogni tot anni esce un nuovo prodotto o servizio che diventa accessibile a tutti. La maggioranza userà quello e tutto ciò che esisteva prima viene relegato alla minoranza e chi non si adegua guardato dall’alto in basso.

Questa cosa ovviamente è più evidente nel mondo dei giovani dove se non sei al passo coi tempi in tutto, sei automaticamente out. Sarebbe molto più semplice se ogni persona potesse fare quello che è meglio per se stessa e non quello che fanno tutte le altre pecore per non essere esclusa. Ma solo crescendo questo diventa chiaro, prima è inimmaginabile. Oggi se non hai uno smartphone sei automaticamente escluso dalla socialità e dal mondo e non dovrebbe essere così. La tecnologia dovrebbe creare un equilibrio che permette di sfruttarne solo i benefici, senza per forza diventarne schiavi…

Post consigliato > Il 51% dei bambini giapponesi riceve in regalo lo smartphone alle scuole elementari


In Giappone sempre più giovani stanno abbandonando lo smartphone