In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha

In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha

E’ nato da poco un nuovo servizio perfetto per gli otaku (nerd) in Giappone. Praticamente se si possiede un’auto possiamo venir pagati per pubblicizzare anime e manga! Basta far ricoprire il nostro mezzo con una grafica adesiva dalla società Cheer Drive. In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha.

La parola giapponese itasha 痛車 è traducibile come “macchina dolorosa”. Il motivo di questo nome è che le auto tappezzate con personaggi di anime, manga, film e videogiochi, molto diffuse in Giappone, vengono considerate un pugno nell’occhio (doloroso) da chi non è un amante del genere.

Nuovo canale TELEGRAM! > Unitevi! 😉 Spoilerati i piani originali della cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo

Quelli di Cheer Drive ribaltano la consuetudine. Perché invece di prendere soldi da chi vuole delle grafiche adesive personalizzate per l’auto, te le inviano a casa gratis. Anzi, ti pagano pure! Quello che dobbiamo fare noi è solo andare in giro con la nostra macchina pimpata.

Si tratta essenzialmente di un servizio che trasforma l’auto in un cartellone pubblicitario ambulante. La svolta è che si concentra sulla promozione dei media per otaku. Contando sul fatto che solitamente sono persone ben felici di sbandierare al mondo la loro passione.

In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha

Per fare un esempio, in questo momento Cheer Drive sta cercando conducenti interessati a trasformare la loro auto in itasha dell’anime, dall’imminente uscita in Giappone, BanG Dream! Episode of Roselia (foto sopra).

In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha

Un’altra opzione attualmente è quella dell’itasha dell’anime Vanguard overDress, sempre di prossima uscita. In questo caso il character design dei personaggi è curato dal famoso gruppo di mangaka CLAMP (foto sopra).

Ma come si diventa guidatori di itasha in Giappone?

Per iniziare, bisogna scaricare > Cheer Drive dall’app store giapponese. Dentro troveremo un catalogo delle campagne pubblicitarie in corso. Dopo aver selezionato quella che ci interessa e messo i nostri dati, si riceveranno 3 adesivi per posta. Uno per ogni lato dell’auto e uno per il finestrino posteriore. A questo punto basta appiccicarli sulla macchina e andarci in giro per un tot di tempo.

In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha

L’ adesivo da mettere nel lunotto posteriore è traslucido. Da fuori si vede la pubblicità ma da dentro è trasparente per non ostruire la visuale durante la guida. Questo tipo di adesivi sono facili da applicare e da togliere, arrivano anche tutte le istruzioni per farlo al meglio. Terminata la campagna, la nostra auto tornerà come prima.Ma arriviamo alla parte che sicuramente più interessa della cosa: la modalità di pagamento. Questa si basa sulla distanza che percorreremo con la pubblicità sull’auto. La durata massima di una campagna per ora è stata di un mese e il pagamento (0,054€) per chilometro percorso.

Per dimostrare che effettivamente abbiamo “vestito” l’auto con gli adesivi e ci abbiamo fatto i chilometri, tutto ciò che dovremo fare sarà inviare delle foto. Due dell’auto decorata, fronte e retro. E due dove si vedono le cifre del contachilometri all’inizio e alla fine del lavoro. Si fa tutto tramite l’app Cheer Drive.

In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha

Attualmente, la maggior parte delle campagne attive hanno una distanza massima retribuita di 1.000 chilometri. Quindi per ora si possono guadagnare non più di 7000¥ (crc. 50€) a campagna. Lasciare il lavoro per diventare dei piloti di itasha a tempo pieno direi che non è fattibile. Comunque, questo è sicuramente un ottimo modo per avere una piccola entrata in più con una cosa che già facciamo: guidare un’auto nella vita di tutti i giorni.

Inoltre venire pagati per avere la macchina anime style per qualcuno è sicuramente una figata. Qualche soldo extra poi, da investire in gadget, action figure e blu-ray, serve sempre. Senza contare l’orgoglio, tipicamente otaku, di contribuire alla diffusione dei media di intrattenimento che si amano.

Post consigliato > 10 fantastiche artiste mangaka che devi conoscere


In Giappone ora puoi guadagnare trasformando la tua auto in una itasha