In Giappone esistono le 'caramelle senza sapore'

In Giappone esistono le ‘caramelle senza sapore‘ 

Il Giappone ha tentato di simulare il sapore di qualsiasi pietanza nelle sue strane bibite e snack incredibili. Dai ghiaccioli al gusto spaghetti ai Kit Kat al gusto Matcha. Si è arrivati ​​al punto in cui sembra che ormai non ci siano più gusti inesplorati da proporre ai curiosi palati nipponici. Ma ecco che arriva l’idea, come sempre tra il geniale e l’idiota, per qualcosa che non osava esistere nemmeno in Giappone. Delle caramelle al gusto niente.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per rimanere aggiornati! 😉 

Si chiamano “Aji no Shinai? Ame” ovvero “Insapore? Caramelle”. Sono vendute per ora in esclusiva solo nella famosa catena di combini Lawson. Lo scopo della loro assurda esistenza però è tanto semplice quanto efficace: dare tutta la soddisfazione di succhiare e smangiucchiare una caramella senza avere dolcezza, acidità, o qualsiasi altro sapore o odore invasivo. Che potrebbe soprattutto essere fastidioso per il prossimo, da buoni giapponesi rispettosi.

Ma è davvero possibile creare un alimento totalmente senza gusto? Il punto interrogativo nel nome di queste caramelle suggerirebbe che chi le ha create non sia riuscito a cancellare completamente tutto il sapore. Chi le ha provate riferisce che in realtà qualcosina si sente, come un leggero gusto di bevanda energetica sportiva molto annacquata e una leggerissima dolcezza simile al riso bianco da sushi.

Quando la caramella si scioglie o la si mastica la dolcezza diventa più pronunciata ma non si arriva mai al punto in cui l’odore dolciastro tipico delle caramelle fuoriesce dalla bocca. Cosa che in Giappone torna molto utile in situazioni di ravvicinamento forzato con estranei, tipo treni o ascensori affollati, dove non si vuole annichilire i presenti con dei profumi troppo invadenti.

In Giappone esistono le 'caramelle senza sapore'

Una confezione di Aji no Shinai? Ame costa 189 ¥ (crc. 1,29 €) e contiene sette caramelle, rigorosamente incartate singolarmente come ogni cosa commestibile in Giappone. Queste “caramelle al niente” fanno parte di un gruppo di sette nuovi prodotti che saranno venduti in prova fino al 7 novembre per vedere se riescono a far breccia nei gusti dei giapponesi. I clienti dei combini sono invitati a votare il loro preferito e i tre articoli che riceveranno il maggior numero di preferenze diventeranno prodotti Lawson a tutti gli effetti.

Oltre alle caramelle senza sapore, gli altri 6 prodotti in lizza sono una bevanda sportiva, un cocktail a base di liquore distillato Awamori e limone, delle proteine in polvere, del caffè latte istantaneo in tazza per microonde, del pane coreano al gusto ramen all’aglio e delle patatine al gusto aglio e maionese. Per compensare il non sapore delle caramelle ci voleva per forza l’aglio nelle altre opzioni! XD

In Giappone esistono le 'caramelle senza sapore'

La domanda che nasce spontanea a questo punto è chi voterebbe per delle caramelle che non sanno di niente? Ma se qualcuno le ha create è stato in base al feedback dei clienti. Le persone chiedevano una caramella insapore semplicemente per evitare che la bocca e la gola si seccassero senza dover consumare zucchero indesiderato, oltre che per non infastidire gli altri con l’odore.

Inoltre, dato che in Giappone tutt’oggi praticamente il 99% delle persone indossa ancora una mascherina anche all’aperto, mangiare caramelle con qualcosa davanti alla faccia non fa un bell’effetto. Soprattutto se sono alla menta e quindi ti esplodono dritte negli occhi.

Post consigliato > In Giappone c’è un’adorabile vecchietta che è un distributore automatico vivente

Fonte: @Lawson e @soranews24


In Giappone esistono le ‘caramelle senza sapore