In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO

In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO

Si tratta della città di Iino, situata vicino alla tristemente nota zona del disastro di Fukushima del 2011. E’ immersa in una lussureggiante foresta e i vecchi residenti pensano che la spettacolare montagna a forma di piramide Senganmori che la sovrasta, attiri gli UFO da molto tempo.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati! 😉 Le migliori foto della prima nevicata del 2022 a Tokyo

La popolazione di Iino non è proprio zero ma ogni anno diminuisce sempre più drasticamente. Alcune attività e negozi sono ormai chiusi tutto l’anno, anche a causa della situazione pandemica che ha fatto desistere i turisti. Ci sono anche molte strade abbandonate, risalenti al periodo in cui la zona venne evacuata a causa dell’incidente al reattore nucleare di Fukushima durante il terremoto e tsunami del 2011. Resiste il centro turistico che ancora può fornire informazioni interessanti su questa misteriosa piccola Area 51 giapponese.

In tutta la città di Iino sono orgogliosamente esposte statue di extraterrestri ad ogni angolo. La mascotte della zona guarda caso è proprio un piccolo alieno bianco sopra un disco volante dorato. La gente del posto non ha paura di loro anzi, si dicono prontissimi ad incontrarli. Anche il ramen è uno dei motivi per cui la zona è turisticamente famosa, dato che viene servito da anni dentro una ciotola fatta di una particolare roccia magnetica. Secondo gli abitanti questo materiale attirerebbe gli alieni.

Nella zona esiste davvero un’anomalia magnetica. Sono stati fatti diversi test che hanno dimostrato che le bussole qui impazziscono e perdono la loro funzionalità di mostrare il nord e il sud. Gli ufologi hanno suggerito che gli alieni potrebbero usare una zona con questa anomalia per scopi pratici. Come ad esempio ricaricare le loro navicelle con qualche metodo tecnologicamente avanzato.

In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO

Questa zona è una delle più ricche a livello globale di segnalazioni di avvistamenti di oggetti volanti non identificati, sin dagli anni ’70. Tsugio Kinoshita (foto sopra), ricercatore e ufologo, racconta di aver osservato per la prima volta uno di questi fenomeni nel 1972 quando aveva 25 anni. Assieme a quattro amici, stavano facendo un’escursione su una montagna della prefettura di Fukushima quando qualcosa di incredibile si parò davanti a loro. Riuscirono anche a scattare una foto molto nitida.

“Abbiamo notato uno strano disco volante luminoso nel cielo blu sopra una montagna. Si avvicinava e si fermava ad intermittenza. Poi un attimo dopo non c’era più”

In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO

Il primo laboratorio di ricerca UFO del Giappone

Il Ministero della Difesa giapponese ha rilasciato nel settembre del 2020 un Protocollo ufficiale per la ricerca sugli oggetti aerei non identificati. Questo ha spronato chi crede fermamente nell’esistenza degli extraterrestri, ad aprire proprio ad Iino il primo laboratorio UFO del Giappone nel giugno del 2021.

Le migliori foto della prima nevicata del 2022 a Tokyo

Per decenni a Iino si sono susseguite storie e testimonianze visive e fotografiche su degli avvistamenti alieni nei pressi del misterioso monte Senganmori e nella foresta circostante. Alcuni credono che tale montagna a forma di piramide sia artificiale perché troppo perfetta. E che sia stata costruita proprio dagli extraterrestri per nascondere una base aliena sotto la sua superficie.

In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO

Questo interesse per gli alieni cominciò, come in molte altre aree rurali giapponesi, quando nella zona diminuì il tasso di natalità e i pochi giovani si trasferirono nelle città lasciandosi dietro solo gli anziani. Dopo il terremoto del Tohoku dell’11 marzo 2011 e conseguente tremendo tsunami che portò alla fusione dei reattori nucleari nella centrale di Fukushima e alla morte di oltre 18.000 persone, anche i pochi abitanti rimasti fuggirono per paura delle radiazioni.

Dal suo avvistamento di una navicella nel 1972, Kinoshita ha dedicato tutta la sua vita ai misteri dell’universo e non ha mai abbandonato la zona. Qui è riuscito a raccogliere tantissime testimonianze sulla vita extraterrestre. Il direttore del laboratorio di ricerca UFO che le ha catalogate, Toshio Kanno, ha spiegato:

“Non sono uno che ignora le storie degli altri. Prima di tutto, ascolto ciò che le persone hanno da raccontarmi. Poi disegno, trascrivo e infine confeziono tutto all’interno di un giornale fatto ancora a mano. Il primo e più importante scopo del Centro Ufologico di Iino è acquisire quanti più filmati e immagini possibili inerenti all’argomento.” 

In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO

Kanno, a differenza di Kinoshita, non ha mai visto un disco volante dal vivo ma crede che un giorno sicuramente gli capiterà. Afferma che la prova più significativa dell’esistenza di vita aliena che possiede il suo centro sono dei rapporti fotografici declassificati della CIA di oggetti volanti non controllati da umani.

Gli avvistamenti UFO in Giappone hanno una lunga storia. Le leggende sull’avvistamento di una nave cava a forma di disco che sbarca al largo della costa settentrionale della prefettura di Ibaraki, nei pressi del monte Senganmori, risalgono addirittura all’anno 1803. Ben più di un secolo e mezzo prima degli eventi accaduti negli anni 70′.

La città di Iino aveva già costruito nel 1992 un museo sulla vita extraterrestre chiamato UFO Fureaikan. Molto prima che fosse fondato il centro di ricerca. La città aveva ricevuto fondi dal governo giapponese, rientrando nelle sovvenzioni per le aree svantaggiate tra il 1988 e il 1989. Sebbene il museo attualmente non faccia più molti soldi, Kanno afferma che il suo scopo non è solo quello di guadagnare. Ma quello di essere un posto speciale per tutti quelli che vogliono credere in ciò che è invisibile all’occhio umano.

Post consigliato > Società di costruzioni giapponese realizzerà un ascensore spaziale entro il 2050


In Giappone esiste una città abbandonata diventata centro mondiale degli UFO