Il live-action dei Cavalieri dello Zodiaco è un flop

Il live-action dei Cavalieri dello Zodiaco è un flop 

Chi avrebbe mai potuto prevedere che l’adattamento live-action hollywoodiano del celebre manga Saint Seiya di Masami Kurumada avrebbe floppato miseramente? Dalle premesse dei vari trailer purtroppo molte persone… forse tutte. Ed effettivamente le paure, soprattutto dei fan pluriennali dei Cavalieri dello Zodiaco, si sono avverate. Nella prima settimana di programmazione in patria, il film ha portato a casa solo 535.000 dollari. Cifra che lo posiziona all’undicesimo posto al botteghino USA, praticamente un flop.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per rimanere aggiornati!

Le recensioni fatte da vari portali specializzati in cinema poi sono state impietose con la pellicola. Parole dure hanno stroncato il film, decretando che l’investimento di 60 milioni di dollari per realizzarlo non potrà mai essere coperto, dati i pessimi risultati d’esordio. Insomma un disastro annunciato e ahimè, rispettato. Che ci catapulta inesorabilmente nel passato di altri adattamenti tragici di prodotti giapponesi, primo fra tutti il terribile Dragon Ball Evolution, live-action americano del celeberrimo manga di Akira Toriyama.

Dal 26 giugno e per soli tre giorni, a questo punto per fortuna visti i risultati, il film arriverà anche nei cinema italiani, distribuito da Sony Pictures. I Cavalieri dello Zodiaco è già uscito non solo in America la scorsa settimana, ma anche in altri paesi. Raccattando critiche e recensioni negative ovunque. Il film ha incassato finora un totale mondiale di 5.007.573 dollari. Il grosso dei guadagni per ora arrivano dall’America Latina, dove la popolarità del franchise è forse anche più alta che in Europa. Ma dubito che, visti i risultati catastrofici in America, questo film riuscirà a conquistare il vecchio continente se non lo ha fatto nemmeno in casa…

Il live-action dei Cavalieri dello Zodiaco è un flop

Al momento Knights of the Zodiac, titolo americano, sul noto portale di cinema e serie Tv Rotten Tomatoes, ha un voto medio di solo 29 su 100. Altri siti specializzati come IGN US poi, lo criticano aspramente attraverso le parole di un suo famoso redattore, Izzatul Razali, che lo definisce addirittura ‘un orrore’:

«Nel complesso valuto Knights of the Zodiac con un 2 su 10. Un film che dovrebbe figurare nella categoria horror per l’imbarazzo che ho provato guardandolo»

Cezary Jan Strusiewicz, altro redattore stavolta della rivista specializzata Polygon, si aggiunge:

«Knights of the Zodiac eviscera un’amata serie manga e anime per farne un film inutile e noioso. Le sequenze d’azione non lasciano il segno e quella che un tempo era una storia avvincente sui miti greci e sul destino, è stata declassata a una battaglia stereotipata tra tecnologia e fede/magia. E’ la peggiore incarnazione esistente del franchise di Saint Seiya.»

E ancora dal portale Culture-mix:

«Il film di Saint Seiya è l’epitome di ciò che va storto quando una serie anime, basata su un manga, si trasforma in un lungometraggio live-action. Un film imbarazzante e con una recitazione terribile, anche per i fan più accaniti. Ci sono cattivi videogiochi più divertenti di questo noioso flop.»

Rincara la dose anche il Los Angeles Times:

«Knights of the Zodiac non soddisferà le richieste del fandom di un omaggio fedele alla loro serie preferita dell’infanzia. Né chiarirà ai non addetti ai lavori e neofiti il motivo per cui questa storia di cieco coraggio di fronte a ostacoli insormontabili ha ispirato una devozione così decennale. Il regista Bagiński non riesce a trasmettere il lirismo muscolare che caratterizzava l’anime, dove ogni scontro traboccava di una ‘gravitas’ devastante e di un’alta posta in gioco che coinvolgeva e commuoveva lo spettatore. Anche la fratellanza tra i cavalieri di Athena è stata lasciata indietro, presumibilmente in attesa di poterla affrontare in un sequel. Che ora probabilmente non ci sarà».

Ci va un po’ più leggero Screen Rant, senza rinunciare a qualche stangata:

«A volte il film si prende troppo sul serio, ma le immagini e le sequenze d’azione sono rappresentate in modo audace, senza temere il ridicolo o vergognarsi delle proprie origini. E’ un Mortal Kombat che incontra i Power Rangers. È prevedibile e anti-climatico ma Knights of the Zodiac dimostra che l’idea non è che il film debba essere bello, ma piuttosto intrattenente. E questo film è proprio questo».

Speriamo che la prossima delusione non arrivi dall’adattamento di One Piece a serie live-action. Ma visto che la matematica non è un’opinione le statistiche, con l’aggiunta anche di Knights of the Zodiac, fanno propendere per il pessimismo purtroppo. L’umanità riuscirà mai a sfornare un adattamento live decente di un prodotto giapponese? Incrociamo le dita per Cappello di paglia ma la vedo grigia…

Il live-action dei Cavalieri dello Zodiaco è un flop

Questo film è diretto dall’animatore, regista ed esperto di effetti speciali polacco Tomasz Baginski, che ha già lavorato alla serie fantasy ispirata al videogioco The Witcher per Netflix. Alla sceneggiatura abbiamo invece Josh Campbell e Matt Stuecken, gli stessi di 10 Cloverfield Lane. Il film ha alle coreografie Andy Cheng, lo stesso coordinatore degli stunt e dei combattimenti del film Marvel Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli.

Sotto trovate il trailer ufficiale italiano, se ancora non lo avete visto. Era chiaro che essendo senza grandi promesse il trailer, anche il film lo avrebbe rispecchiato purtroppo. E’ davvero raro che da un trailer brutto esca fuori un film bello, mentre è più facile il contrario. Ma non è questo il caso… qui sono stati giudicati brutti entrambi.

.
Nel cast de I Cavalieri dello Zodiaco troviamo nomi noti come Sean Bean di Game of Thrones, Famke Janssen di X-Men e l’attore nippo-americano Mackenyu con il ruolo del protagonista principale Seiya. Mackenyu è il figlio dell’attore Sonny Chiba, scomparso nel 2021 causa Covid, che molti ricorderanno per l’iconico ruolo di Hattori Hanzō nella leggendaria saga Kill Bill di Quentin Tarantino.

Il manga originale Saint Seiya del 1986 è opera di Masami Kurumada ed è considerata una delle serie shonen più influenti di sempre. E’ anche uno dei manga più venduti di tutti i tempi, con oltre 35 milioni di copie in circolazione attualmente nel mondo.

Il live-action dei Cavalieri dello Zodiaco è un flop
Il franchise ha avuto molti adattamenti in animazione, come quello della Serie storica del 1986 arrivata anche da noi in Italia nel 1990. O il più recente I Cavalieri dello zodiaco – The Lost Canvas del 2009. O addirittura il recentissimo adattamento in CGI di Netflix Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco del 2019.

Post consigliato > Un leak rivela titoli degli episodi e dettagli sul prossimo live-action Netflix di One Piece


Il live-action dei Cavalieri dello Zodiaco è un flop