I turisti stranieri in Giappone adorano Shirakawago. Ma il sentimento è reciproco?

I turisti stranieri in Giappone adorano Shirakawago. Ma il sentimento è reciproco?

Honichi Lab, una società di ricerche sul turismo in entrata in Giappone, ha recentemente pubblicato i risultati di un studio sui luoghi turistici più popolari tra i visitatori stranieri. Per realizzarlo ha utilizzato uno strumento di analisi chiamato Kutikomicom che ha esaminato 1.300 recensioni online lasciate dagli utenti su Google Maps fino a gennaio 2024.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

Da questa indagine è risultato che il Villaggio di Shirakawago, prefettura di Gifu, con 70 recensioni in lingua straniera in più rispetto al secondo classificato, è la meta preferita dagli stranieri in visita in Giappone. Trovate la classifica completa a fine articolo. Ma di questa cosa probabilmente i residenti non sono molto felici. Perché? Il problema è il solito riscontrato in Giappone ultimamente con i troppi turisti indisciplinati.

Immerso in una lussureggiante area boscosa, il Villaggio di Shirakawago conserva un fascino antico con le sue fattorie gassho-zukuri di oltre 300 anni. Ancora oggi, circa 500 persone ci abitano, con oltre il 30% della popolazione che supera i 65 anni. I turisti possono anche immergersi completamente nell’atmosfera senza tempo del luogo, pernottando in un minshuku, ovvero un alloggio in stile tradizionale a conduzione familiare. Più di una dozzina di fattorie offrono questa opportunità, con prezzi che variano tra gli 8.000 ¥ (crc. 50 €) e i 20.000 ¥ (crc. 123 €) a persona a notte.

Tuttavia, Shirakawago si trova sempre più ad affrontare diverse sfide interne legate al turismo. Le case di legno e paglia, il cui numero è sceso da 300 prima della seconda guerra mondiale a circa un centinaio oggi, rappresentano un patrimonio inestimabile. Per questo motivo la popolazione locale ha creato uno statuto che ne vieta la vendita, l’affitto e la demolizione. Ma molti residenti che vivono nelle fattorie rimaste, ammettono di non sentirsi a proprio agio a restare a vivere nel villaggio a causa dei turisti.

I turisti stranieri in Giappone adorano Shirakawago. Ma il sentimento è reciproco?

Un afflusso esagerato di visitatori in gita di un giorno sta dando al villaggio diversi grattacapi che non riesce a gestire. Considerando anche che la popolazione è molto anziana e non è abituata ed attrezzata a ricevere orde scatenate del tipico turismo cafone occidentale. Lo stesso che ha provocato la > recente chiusura del quartiere delle Geishe a Kyoto. E che se continua così potrebbe far chiudere anche Shirakawago…
Atsushi Itaka, dell’Associazione turistica di Shirakawago, ha dichiarato:

“Economicamente sono felice che molti turisti vengano in visita. Ma d’altro canto molti residenti sono preoccupati per i problemi che causano”.

Ad esempio, la mancanza di bidoni della spazzatura, dovuta al budget limitato e all’ingresso gratuito al villaggio, porta alcuni visitatori incivili a comportamenti assolutamente inaccettabili:

“Ci sono persone che gettano la spazzatura nei WC pubblici“, ha spiegato Itaka. “Spesso i bagni si intasano, richiedendo l’assistenza di idraulici per rimetterli in sesto.”

Chiyomi Yano, residente che lavora in un alloggio minshuku, afferma che i turisti arrivano perfino a nascondere la spazzatura sotto la neve!

“Tante persone buttano bastoncini dei dango, confezioni di cibo o bottiglie di plastica vuote nella neve. Quando poi in primavera si scioglie, la spazzatura è ovunque”.

Altro grosso problema è il traffico ingestibile nella zona rurale. In tanti infatti per comodità noleggiano un’auto per raggiungere le zone più lontane dalle città. Ma il caos causato dalle auto parcheggiate in modo disordinato attorno al sito ostacola la circolazione. A gennaio di quest’anno, il parcheggio del villaggio è spesso rimasto bloccato da un enorme ingorgo. Di conseguenza, ora è stato chiuso.

Insomma, prima > mettono a pagamento l’ascesa al Monte Fuji, poi > chiudono Gion, poi propongono una > tassa per soggiornare ad Osaka. Ed ora c’è il rischio che mettano un biglietto d’ingresso anche a Shirakawago o che la chiudano al traffico. Mi auguro davvero che i turisti che vanno in Giappone comincino a darsi una regolata, o questi, senza aspettare una nuova pandemia, richiuderanno le frontiere con la prima scusa valida…

I turisti stranieri in Giappone adorano Shirakawago. Ma il sentimento è reciproco?

Ecco i 10 siti preferiti dagli stranieri nel sondaggio:

  1. Villaggio di Shirakawago: sito patrimonio mondiale dell’UNESCO famoso per le sue tipiche casette col tetto di paglia. Letteralmente ‘Vecchio distretto del fiume bianco’, si trova nella valle del fiume Shogawa, sul confine fra le prefetture di Gifu e Toyama.

  2. Parco Arakuyama Sengen: situato nella prefettura di Yamanashi, offre una vista mozzafiato del Monte Fuji con a fianco la famosa Pagoda Chureito rossa a cinque piani. Una delle foto-simbolo del Giappone.

  3. Statua di Hachiko: famosa statua del fedele cane Akita che aspettò per 10 anni il padrone morto che mai tornò. Si trova in una piazzetta fuori dalla Stazione di Shibuya, a Tokyo.

  4. Giardino Kenroku-en: classificato come uno dei tre giardini più belli del Giappone, situato a Kanazawa.

  5. Tempio Kiyomizu-dera: tempio buddista famoso per la sua terrazza di legno che si affaccia sulla città di Kyoto. Il suo nome significa ‘Tempio dell’Acqua Pura’ perché c’è una cascata all’interno del complesso.

  6. Castello di Himeji: castello bianco immacolato conosciuto anche come Airone Bianco, una delle più vecchie strutture del periodo Sengoku giunte fino a noi. Dal 1993 è Patrimonio dell’umanità UNESCO.

  7. Tempio Todai-ji: ospita al suo interno una gigantesca statua di bronzo del Buddha. Si trova a Nara, la mitica città abitata dai cervi Sika che vagano liberi ovunque.

  8. Santuario di Itsukushima: santuario shintoista situato sull’isola di Miyajima, famoso per il suo enorme portale Torii rosso galleggiante sulla baia.

  9. Villaggio di Gokayama: altro sito patrimonio mondiale UNESCO famoso per le sue case con il tetto di paglia che fa coppia con Shirakawago.

  10. Monte Fuji: la montagna più alta del Giappone e simbolo stesso del paese. Ultimamente sono state introdotte delle restrizioni per poterlo scalare come un numero chiuso, pedaggi e limiti di orario: dettagli qui

I turisti stranieri in Giappone adorano Shirakawago. Ma il sentimento è reciproco?

Post consigliato > Il Giappone chiude i vicoli delle Geishe di Kyoto: troppi turisti cafoni che le importunano


I turisti stranieri in Giappone adorano Shirakawago. Ma il sentimento è reciproco?