C'è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki

C’è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki

Hayao Miyazaki, maestro dell’animazione giapponese e fulcro della casa di produzione Studio Ghibli, ha recentemente ricevuto il suo secondo Oscar. Il primo lo ha vinto nel 2003 con > La Città Incantata, e quest’anno con > Il Ragazzo e l’Airone. Miyazaki non ha mai fatto mistero di non apprezzare particolarmente i prodotti d’animazione made in Usa. Odia letteralmente quando qualcuno lo chiama ‘il Walt Disney d’Oriente‘. Ma il leggendario regista nipponico ha invece un debole per lo studio > Pixar e per un suo film in particolare.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

Lo avete indovinato? Si tratta di > Up, capolavoro della Pixar del 2009 diretto da Pete Docter. Questo film d’animazione ha conquistato Miyazaki sin dalla sua prima visione. In un’intervista del 2009, il regista giapponese ha elogiato la celebre scena iniziale della pellicola. Un vero e proprio film nel film che racconta la commovente storia d’amore del protagonista Carl e della moglie defunta. Definendola una delle sequenze più toccanti della storia del cinema, sia animato che non.

C'è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki

Miyazaki, da vero specialista nel rappresentare le persone anziane che sono sempre tra i personaggi più iconici dei suoi film, ha apprezzato molto come sono nel film > Up. Sia i loro movimenti ed emozioni realistiche che la fantasiosa idea della casa volante sorretta dai palloncini. Nonostante abbia ammesso di aver visto solo pochi film della Pixar, Miyazaki ha più volte espresso la sua ammirazione per lo studio americano, definendosi un ‘fan’.

C'è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki

C'è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki

E’ nota anche la sua decennale amicizia con John Lasseter (foto copertina), regista e figura chiave della > Pixar. Questo ha portato ad un reciproco scambio di citazioni: Miyazaki ha incluso un riferimento a Luxo Jr., la lampada simbolo della Pixar, nel suo celebre film > La Città Incantata (la cui versione americana è stata supervisionata proprio da Lasseter). In risposta alle lodi di Miyazaki per Up, la Pixar ha omaggiato lo Studio Ghibli in > Toy Story 3, inserendo un peluche di > Totoro, l’iconico simbolo della casa di produzione giapponese, tra i giocattoli protagonisti del film.

C'è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki

E’ stato uno scambio di reciproca stima e ammirazione tra i due giganti dell’animazione. La rappresentazione di un ponte tra l’animazione tradizionale giapponese e la computer grafica americana. Sottolineando come la passione per l’arte e la narrazione possa superare ogni confine culturale e tecnico. E dire che Miyazaki per lungo tempo ha odiato l’animazione 3D, tecnica simbolo della Pixar, per poi ricredersi un po’ nella fase avanzata della sua carriera.

Post consigliato > Hayao Miyazaki vince il secondo Oscar ma non lo ritira: ‘Non apparirò più dalla vergogna’


C’è un unico lungometraggio della Pixar che piace ad Hayao Miyazaki