Addio ferro da stiro: ecco il metodo giapponese zero pieghe

Addio ferro da stiro: ecco il metodo giapponese zero pieghe

Stirare è una di quelle faccende domestiche che odiano proprio tutti tutti. In tanti anni di invenzioni tecnologiche ancora nessuno ha trovato un’alternativa valida, economica e meno seccante del ferro da stiro. Se fosse per me potrebbero pure smettere di produrli e concentrarsi su qualche altro metodo più performante e veloce.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per rimanere aggiornati! 

Ed ecco che arriva dal Giappone la nostra salvatrice, la piccola ma tosta Marie Kondo. Sicuramente molti di voi l’avranno già sentita nominare, è la regina della casa in ordine. I suoi libri a tema, tra cui il famoso Il magico potere del riordino e 96 lezioni di felicità, hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo.

E il suo metodo brevettato per mettere a posto le cose in casa ha preso il suo nome: KonMari (kon, inizio del cognome, mari del nome). Ecco alcune tecniche consigliate dall’imperatrice degli ordinati per buttare al secchio il ferro da stiro una volta per tutte ed avere un armadio che non è una montagna informe di roba gettata dentro.

Addio ferro da stiro: ecco il metodo giapponese zero pieghe

Stirare senza ferro

. Usare il phon: basta impostare la temperatura più alta dell’asciugacapelli e passarlo velocemente sopra le pieghe dei tessuti aiutandosi a lisciarli con una mano. Meglio se ancora leggermente umidi e in verticale.

. Usare una bottiglia cilindrica con dell’acqua molto calda, meglio se non di plastica. Strisciarla sopra le pieghe dei tessuti a mò di mattarello aiutandosi anche con le mani.

. Sfruttare il vapore del bagno: appendere i vestiti vicino alla doccia appena dopo averla fatta, o sopra la vasca da bagno. Ricordarsi ovviamente di chiudere la porta. Una volta finito arieggiare il bagno per scongiurare il formarsi della muffa a causa dell’umidità.

. Usare una superficie molto piatta e le mani, possibilmente calde: meglio un tavolo del letto. Ovviamente i panni vanno anche stesi bene su filo o stendino. Lisciandoli con le mani calde quando ancora sono mezzi bagnati.

Addio ferro da stiro: ecco il metodo giapponese zero pieghe

Riporre tutto per renderlo facilmente accessibile 

Avete anche voi come me delle storte pile verticali di panni nell’armadio o nei cassetti? Ebbene abbiamo sempre sbagliato tutto. Il metodo di piegatura KonMari infatti prevede che tutto quello che riponiamo debba essere facile da trovare a colpo d’occhio e da prendere. Inoltre deve occupare il minore spazio possibile e mantenere una forma che ci faccia capire al volo di quale capo si tratta.

.
Di base la regola è mettere tutto in verticale. Meglio se incastrato, così niente si muoverà se apriamo un cassetto. Per le magliette ad esempio bisogna creare dei rettangoli piegando entrambi i bordi verso il centro e poi ripiegarle in tre segmenti. Dal video qui sopra è più chiaro come. In commercio poi esistono molti organizer per cassetti ed armadi. Molto più che utili per trovare tutto al volo e anche soddisfacenti visivamente e volendo cromaticamente se siamo bravi a suddividere i colori.

Sia che riponiamo vestiti ed accessori in delle scatole o meno, la regola rimane sempre quella del verticale per maglie e pantaloni e arrotolato se si tratta di biancheria intima o calzini ad esempio. E se abbiamo troppa roba e non ci basta lo spazio per fare un’operazione del genere bhe, è arrivato il momento di fare il famoso decluttering dell’armadio. Cosa vuol dire? Semplicemente fare spazio. Eliminare, regalandolo o vendendolo, quello che non usiamo mai.

Addio ferro da stiro: ecco il metodo giapponese zero pieghe

Perché è stato pensato questo metodo?

Il metodo KonMari è stato progettato dalla sua ideatrice Marie Kondo per aiutare le persone, sia disordinate che non, ad avere una casa e una mente più sereni. Spesso infatti l’ordine che ci circonda si riflette anche nel nostro ordine mentale. E’ importante anche per facilitare un momento quotidiano che potrebbe generare stress, ovvero quando dobbiamo scegliere velocemente cosa mettere prima di affrontare la giornata.

Oltre a questo va anche sottolineato che in Giappone questo metodo è ancora più utile che nel resto del mondo. Perché nelle grandi città le case sono piccolissime e quindi si deve organizzare lo spazio a disposizione sfruttando in maniera efficiente tutto il possibile, senza accumulare caos ogni giorno che passa. Spesso si vedono foto di questi piccoli monolocali di Tokyo dove gli oggetti sono letteralmente ammassati a discapito dello spazio vitale. Avere poche cose, giuste ed ordinate è anche la chiave per una vita migliore. Qualcuno lo chiama anche minimalismo.

Post consigliato > Secondo un recente sondaggio Tokyo è tra le dieci destinazioni più sicure al mondo


Addio ferro da stiro: ecco il metodo giapponese zero pieghe