A Milano arriva una mostra tributo intitolata 'Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente'

A Milano arriva una mostra tributo intitolata ‘Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente

La Soggettiva Gallery di Milano dedica una mostra-tributo ad Hayao Miyazaki, il grande regista giapponese che non ha bisogni di presentazioni. Saranno in mostra gli Alternative Movie Poster degli indimenticabili film di Hayao Miyazaki, realizzati da famosi artisti e illustratori internazionali. La rassegna, intitolata Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente, vuole essere un omaggio alla straordinaria filmografia del co-fondatore dello Studio Ghibli, punto di riferimento mondiale per gli amanti dell’animazione cinematografica.

Canale TELEGRAM! > Unitevi per restare aggiornati!

L’esposizione sarà inaugurata il 3 gennaio 2024 e durerà fino all’11 febbraio. Proprio in concomitanza con l’uscita al cinema del nuovo film di Miyazaki, > Il Ragazzo e l’Airone, che avverrà un paio di giorni prima, il 1 gennaio. Un film che ha già battuto ogni record incassando, nel primo week-end di programmazione, più di 11 milioni di dollari in Giappone e quasi 13 milioni negli Stati Uniti.

I lavori in mostra getteranno nuova luce sui grandi titoli Studio Ghibli come > La Città Incantata, il film più universalmente conosciuto, un successo da 400 milioni di dollari di incassi totali e vincitore anche di un Oscar. La sua locandina è stata rivisitata con sgargianti toni del blu, del rosso e dell’azzurro dall’artista belga Mainger.

A Milano arriva una mostra tributo intitolata 'Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente'

Altro esempio notevole è la locandina metafisica dell’architetto americano Bailey Race di > Ponyo sulla scogliera, rappresentato da un caleidoscopico e vorticoso tsunami (foto di copertina).

A Milano arriva una mostra tributo intitolata 'Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente'

E che dire dell’omaggio a uno dei film di Miyazaki a cui il pubblico di tutto il mondo è più legato: > Il Castello Errante di Howl. Non poteva mancare poi colui che ha dato vita al logo stesso dello Studio Ghibli fuso col suo leggendario creatore Hayao Miyazaki: > Il mio vicino Totoro.

A Milano arriva una mostra tributo intitolata 'Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente'

Dal 16 gennaio la mostra è ampliata con una ricca selezione di lavori che omaggiano il mito dell’Oriente. Come l’iconica Grande onda di Hokusai e i capolavori del cinema giapponese in generale. E’ il caso di > Godzilla, visto attraverso gli occhi di Max Dalton e del bolognese Francesco Casolari. Inoltre al capolavoro > Akira di Katsuhiro Otomo sono dedicate raffinate opere di artisti come i Van Orton e l’americano Anthony Petrie.

Infine non potevano mancare anche altri nomi altisonanti della cinematografia classica giapponese quali Akira Kurosawa con in mostra un’opera di BRVM ispirata a L’angelo ubriaco e Yasujiro Ozu. Ma anche i più recenti maestri del cinema orientale: l’illustratrice Silvia Cocomazzi ha lavorato sui film di Wong Kar-wai, mentre altri artisti hanno scelto di rielaborare le locandine di registi sud-coreani quali Bong Joon-ho di > Parasite e Park Chan-wook del capolavoro intramontabile > Oldboy.

Post consigliato > Tre film Studio Ghibli hanno il 100% su Rotten Tomatoes ma non sono di Miyazaki 


A Milano arriva una mostra tributo intitolata ‘Il mio vicino Miyazaki e l’Oriente