10 oggetti utili per un viaggio in Giappone

<— Pagina precedente

 

6 – Un trolley leggero, anche per voli low cost (55x40x20cm)

Chi almeno una volta nella vita ha preso un aereo Ryanair (o altre compagnie low cost) e quindi ha dovuto portarsi dietro un solo piccolo bagaglio a mano, sa benissimo quale tipo di incubo si vive nelle ore precedenti il volo: ci entrerà nelle cappelliere? Sarà troppo pesante? Mi faranno pagare un surplus? Insomma una pena.

Dato che oltre alle dimensioni consentite (55x40x20) anche il peso è sempre un problema (non possiamo ripartirlo in altri bagagli), portarsi un trolley rigido è una vera cavolata: non andando in stiva non deve proteggere niente e quindi è meglio optare per una valigia morbida! Un trolley dalle misure giuste per qualsiasi cappelliera ed ultraleggero è il bagaglio a mano perfetto per qualsiasi volo, anche non low!

Quello della foto lo trovate qui.

 


7Un set di flaconi da bagaglio a mano

 

 

A volte capita che viaggiando con il bagaglio in stiva, questo non arrivi sincronizzato con il volo o che non arrivi proprio. In questo caso è meglio preparare già da prima il bagaglio a mano in caso si debba passare le prime ore, o peggio i primi giorni di soggiorno, solo con quello.

Meglio avere sempre dietro un cambio di vestiti e i prodotti di cui non possiamo fare a meno. Soprattutto quelli che non possiamo sostituire con altri in loco. Magari un tipo particolare di shampoo o sapone se abbiamo la cute o la pelle sensibile ad esempio.

Ecco allora che i flaconcini da viaggio ci salvano: per ragioni di sicurezza non si possono portare bottiglie e dispenser sopra i 100 ml in cabina. Per i voli low cost poi, nei quali abbiamo solo il bagaglio a mano, diventano assolutamente indispensabili!!!

Quelli della foto li trovate qui.

 


8 – Un cuscino gonfiabile anti torcicollo

Non c’è niente di più fastidioso in un viaggio che svegliarsi dopo aver dormito in aereo (considerate che per andare in Giappone ci vogliono 12 ore…), in treno o in autobus ed avere il collo completamente bloccato.

Ci sono persone che non riescono a dormire nei mezzi di trasporto: non è il mio caso. Io ci riesco in qualsiasi situazione se ho sonno, forse per una affinità innata con il popolo giapponese che dorme beatamente nei treni, anche in piedi!

Per questo un cuscino da viaggio, meglio se gonfiabile e quindi che si ripiega in borsa, devo per forza averlo sempre. Addio torcicolli micidiali.

Quello della foto lo trovate qui.

 


9 – Uno zainetto leggero e richiudibile

 

Uno zainetto quando si viaggia fa sempre comodo! Meglio ancora se è piccolo, leggero, richiudibile ma aperto molto capiente (30L)! Questo che ho trovato addirittura da chiuso diventa una borsetta, è di un materiale resistente all’acqua e ha delle tasche comode.

Ha anche dei porta bibite laterali che in Giappone sono utilissimi dato che i distributori automatici di cose da bere sono praticamente ovunque!

Quello della foto lo trovate qui.

 


10 – Un impermeabile simil k-way 

Capita molto spesso che in Giappone cominci a piovere improvvisamente. Se poi ci siamo a giugno o luglio, (stagione delle piogge), una cosa come un impermeabile o un k-way possono salvare.

Io, non avendo portato un ombrello da casa, ho comprato uno di quelli trasparenti, molto in voga in Giappone ma, per lo stesso motivo, molto spesso scambiati per propri da altre persone. Nei portaombrelli fuori dai locali il 90% di quelli parcheggiati sono trasparenti ed identici.

Il mio appena comprato e parcheggiato si è volatilizzato (ebbene anche gli onesti giapponesi con gli ombrelli fanno eccezione!) e quindi ho optato poi per un più “personale” k-way da tenere in borsa!

Quello economico della foto lo trovate qui.


10 oggetti utili per un viaggio in Giappone e non solo